Seminari

Questione di gravità (e di equilibrio)

21 ottobre 2014 ore 09:00 - 12:30
Aule di tsm - via Giusti , 40 - TrentoVedi mappa

Contenuti

Progettare e sviluppare l'offerta turistica per gli appassionati di mountain bike

Il turismo delle due ruote sta conoscendo una crescita a ritmi sostenuti e per le destinazioni turistiche alpine si profilano opportunità interessanti per rinnovare la domanda, allungare la stagionalità, rafforzare il posizionamento sul mercato, intensificare l'utilizzo degli impianti di risalita. 

Anche in Trentino il turismo della bicicletta, in tutte le sue declinazioni, sta assumendo grande rilevanza, tanto che intere destinazioni stanno ridisegnando la propria offerta in funzione di una domanda crescente di appassionati provenienti soprattutto dai Paesi del nord ed est Europa, ponendo anche importanti questioni legislative e ambientali. 

Il seminario intende presentare un possibile approccio strategico al turismo della mountain bike, che consenta di garantire soddisfazione degli ospiti e massimizzare le ricadute positive sulle economie locali, limitando i possibili conflitti con altri usi turistici del territorio.

Il seminario ospita due voci autorevoli e tratta il turismo della mountain bike da due punti di vista: quello del progettista di bike park e quello del manager della destinazione. 

I bike park sono strutture attrezzate per la pratica del gravity, le discipline che sfruttano la gravità come forza di propulsione dei mezzi a due ruote. I bike park limitano tali discipline a specifiche aree territoriali, spesso lungo i tracciati delle piste da sci, ma anche costruendo appositi percorsi, offrendo agli appassionati strutture per praticare discese in sicurezza, limitando l'uso indiscriminato del territorio per la pratica del mountain bike.

Negli esempi più riusciti i bike park sono diventati attrazioni importanti per le destinazioni turistiche e hanno contribuito ad attivare la filiera dei servizi accessori, come noleggi, guide, esercizi commerciali specializzati, trasporto e hanno permesso di aumentare, anche significativamente, l'utilizzo degli impianti di risalita durante la stagione estiva. Il caso di Whistler Mountain, che verrà presentato nel seminario, rappresenta da questo punto di vista l'esempio di maggior successo mondiale.  

La progettazione di un bike park però non si improvvisa e per garantire divertimento, sicurezza e passaparola è importante conoscere il mercato e avere una competenza specifica nel design dei tracciati, per creare il cosiddetto “flow”, la combinazione che rende entusiasmante la discesa con la bicicletta. 

Ma non basta un bike park per sviluppare il turismo delle due ruote. Una destinazione che voglia candidarsi a diventare una meta per gli appassionati della mountain bike deve dotarsi di una strategia precisa e creare le necessarie condizioni di legittimazione e condivisone tra gli attori locali, come dimostra il caso della località svizzera di Lenzerheide, che verrà presentato dal direttore della locale organizzazione di marketing turistico. 

 

Tom Prochazka è stato ideatore, costruttore e manager del bike park di Whistler Mountain, in Canada, probabilmente la struttura di maggior successo dedicata a questa disciplina. È uno dei massimi esperti nella realizzazione di bike park e vanta numerose consulenze in tutto il mondo nel design e realizzazione di percorsi per appassionati di downhill. 

Bruno Fläcklin, direttore dell'ente turistico di Lenzerheide, in Svizzera, località che si è dotata di un piano strategico di lungo respiro e di un piano di investimenti per posizionare la località nel mercato internazionale del turismo della mountain bike. 

 

Il seminario è rivolto a tutti coloro che abbiano interesse a conoscere due casi di successo nell'ambito del turismo della mountain bike. Il seminario si rivolge quindi a responsabili e collaboratori  di enti di promozione turistica, dipartimenti pubblici provinciali, comuni, comunità di valle, associazioni di categoria, società degli impianti di risalita trentine.

La partecipazione al seminario è libera e gratuita. Il seminario è in lingua inglese e si prevede la traduzione in consecutiva.  

Informativa Regolamento UE 679/2016 (GDPR)
tsm-Trentino School of Management in qualità di titolare, utilizza questo modulo per dar corso alla tua richiesta e, se indicato, per registrare la tua iscrizione alla newsletter (i campi con * sono necessari). I dati saranno trattati esclusivamente da personale incaricato con modalità informatiche e manuali; non saranno comunicati a terzi non autorizzati né diffusi. L’informativa completa è presente alla pagina www.tsm.tn.it/privacy e può essere richiesta scrivendo all’indirizzo privacy@tsm.tn.it.

Dichiaro di aver preso visione dell'INFORMATIVA COMPLETA