<div class="div_logo_tsm col span_4_of_4"> <a href="http://www.tsm.tn.it/" target="_blank"> <img class="logo_tsm" src="https://smtc.tsm.tn.it/fileadmin/tsm_smtc/templates/images/logo_tsm.png" alt="tsm- Trentino School of Management" width="255" height="57" /> </a> <div class="logo xprint"> <img src="https://smtc.tsm.tn.it/fileadmin/tsm_smtc/templates/images/logo_small.png" border="0" alt="" /> </div><!-- logo --> </div> <div id="access" class="bg_blue"><title><div class="top_contact top_ar" style="right: 154%; width: 150px;"> <a href="https://agilex.tsm.tn.it/" target="_blank" title="Area riservata">Area riservata</a> </div><!-- top_contact --> <div class="top_contact"> <a href="/contatti" target="_self" title="Tutti i contatti SMTC">Contatti</a> </div><!-- top_contact --><ul><li class="normale"><a href="https://smtc.tsm.tn.it/news/turismo-presentate-le-strategie-del-futuro?a=0&dark=1&cHash=9c805564c64f95dc3142eb5f3f83d921" title="Versione Originale" rel="nofollow">versione<br /> originale</a></li><li class="acc_meno1"><a href="https://smtc.tsm.tn.it/news/turismo-presentate-le-strategie-del-futuro?a=1&dark=1&cHash=9c805564c64f95dc3142eb5f3f83d921&size=-1" title="Testo Diminuito" rel="nofollow">[A]</a></li><li class="acc_0"><a href="https://smtc.tsm.tn.it/news/turismo-presentate-le-strategie-del-futuro?a=1&dark=1&cHash=9c805564c64f95dc3142eb5f3f83d921&size=0" title="Testo Originale" rel="nofollow">[A]</a></li><li class="acc_piu1"><a href="https://smtc.tsm.tn.it/news/turismo-presentate-le-strategie-del-futuro?a=1&dark=1&cHash=9c805564c64f95dc3142eb5f3f83d921&size=1" title="Testo Aumentato" rel="nofollow">[A]</a></li><li class="dark_no"><a href="https://smtc.tsm.tn.it/news/turismo-presentate-le-strategie-del-futuro?a=1&dark=0&cHash=9c805564c64f95dc3142eb5f3f83d921" title="Versione contrasto normale" rel="nofollow">[Accessibile] </a></li></ul>
<div class="unicoid"> <div class="center"><title>

Turismo, presentate le strategie del futuro

8 gennaio 2019 - l'Adige

GIUDICARE ESTERIORI - Nuova strategia turistica per il territorio delle Giudicarie Esteriori. L'ha presentata l'Apt Terme di Cornano - Dolomiti di Brenta all'assemblea dei soci. Il lavoro di individuazione delle linee strategiche che determineranno i piani di azioni dei prossimi anni è partito da un'analisi dell'attuale offerta e richiesta turistica, analizzando in maniera approfondita quali sono e di che genere i flussi turistici che interessano il territorio. C'è stato un lavoro di sondaggio con un questionario online con gli operatori, un'intervista individuale con una quarantina di stakeholder, ovvero portatori di interesse e poi di mappatura dei flussi sempre con gli operatori fatti intervenire però in questo caso a dei momenti di workshop. Flussi, che significa? Significa andare a vedere quali sono le motivazioni, dalle più forti a quelle più di nicchia, che spingono il turista a scegliere la zona delle Giudicarie Esteriori per le proprie vacanze. «La cosa positiva - spiegano dagli uffici dell'Apt - è che è uscita una grande quantità di flussi turistici, quindi di motivazioni che ci sono state indicate e questo è positivo in termini di diversificazione». Sono state poi individuate tre grandi aree: well-being (cioè benessere), outdoor (attività nella natura) e turismo slow/ruralità. E da qui sono stati creati tre tavoli di lavoro con l'obiettivo di pensare ad un piano operativo e delle azioni concrete che permettano, nell'arco dei prossimi anni a partire dalla stagione estiva che si aprirà con Pasqua, di sviluppare dei prodotti turistici dedicati. Altri temi trasversali sono usciti dalla ricerca condotta, uno su tutti quello dei tanti riconoscimenti Unesco di cui il territorio gode - dal patrimonio delle Palafitte di Fiavè al più recente riconoscimento di Biosfera dell'Unesco.

Il well-being è l'area del termalismo, cuore dell'offerta turistica che qui si amplia, in particolare con gli investimenti nella creazione del nuovo centro benessere, rispetto alla cura di patologie della pelle verso il relax e i trattamenti di bellezza. La ruralità guarda allo sviluppo dei prodotti locali e al territorio. Ma è l'outdoor il tema sul quale dal territorio stesso sono arrivati, negli ultimi anni, le spinte maggiori, ora incanalate in una strategia di sviluppo: la corsa in montagna, l'arrampicata, la pesca hanno visto impegnati molti giovani con progetti che hanno raggiunto la ribalta nazionale e internazionale e che oggi si mettono al servizio del turismo. A questo si aggiunge la valorizzazione del canyon del Limarò - inserito dall'amministrazione di Cornano Terme negli interventi finanziabili sul Fondo strategico territoriale e il bike per il quale, è stato annunciato in assemblea dall'Apt, è stato avviato un progetto di sviluppo di un percorso a tappe da Malè al lago di Garda, passando naturalmente per le Giùdicarie: un percorso per cicloamatori che si fermano e visitano il territorio che stanno attraversando. E infine, l'elemento umano: esatto, gli abitanti. Questo è uscito dall'analisi con i visitatori. Perché se è di un'esperienza che va in cerca il turista contemporaneo, è solo un contatto umano genuino che può crearla. Come valorizzarlo? «Trovando il modo di spingere l'ospite ad andare ad incontrare il territorio e le persone che lo abitano - spiega Alessandra Odorizzi, direttrice dell'Apt locale - con attività calendarizzate, qualche evento che sia un'esperienza unica da vivere strettamente legata all'identità e a quello che di peculiare il nostro territorioha e una preparazione dei cittadini di conoscenza del proprio potenziale». L'elemento strategico? Quello umano. «Il contatto con la popolazione e il suo modo di vivere il territorio»

Informativa Regolamento UE 679/2016 (GDPR)
tsm-Trentino School of Management in qualità di titolare, utilizza questo modulo per dar corso alla tua richiesta e, se indicato, per registrare la tua iscrizione alla newsletter (i campi con * sono necessari). I dati saranno trattati esclusivamente da personale incaricato con modalità informatiche e manuali; non saranno comunicati a terzi non autorizzati né diffusi. L’informativa completa è presente alla pagina www.tsm.tn.it/privacy e può essere richiesta scrivendo all’indirizzo privacy@tsm.tn.it.

Dichiaro di aver preso visione dell'INFORMATIVA COMPLETA